Ernesto Orrico

Attore, regista e autore teatrale

di Voce e Suono

di Voce e Suono
Teatro nel giardino di Villa Rendano
direzione artistica: Ernesto Orrico

14 e 21 Luglio 2021
9 e 16 Settembre 2021

Il giardino di Villa Rendano è scenario ideale per una rassegna di spettacoli in cui attori e musicisti incarnano storie della tradizione o aprono squarci su nuove forme di racconto per conoscere e riconoscere “le Calabrie”. Spettacoli nei quali ritrovare le voci, le lingue e le musiche della nostra regione, per incontrare drammaturgie sonore che restituiscano il valore dei luoghi e delle storie di una terra straordinaria.
Esiste una “vocalità teatrale calabrese”? Sì, e sono diverse le vie che la nostra scena regionale mette in essere: narrazione in musica, interazione fra poesia e suono, utilizzo e sperimentazione sui dialetti locali, esperimenti drammaturgici tra oralità e improvvisazione, recupero di storie e leggende del passato. In linea con la scena nazionale degli ultimi decenni che vede una vasta produzione di opere nelle quali l’interazione costante tra il suono e la voce ha un ruolo predominante e con risultati poetici di grande rilievo, “di Voce e Suono” propone una selezione di opere della scena contemporanea regionale che affrontano con risultati originali ed efficaci il rapporto tra suono e parola, tra narrazione orale e musica.
Un’occasione per tenere accesa una luce in un momento particolarmente difficile per il teatro e le arti dal vivo, la rassegna pone un’attenzione particolare verso una forma di intrattenimento che riesce ad essere allo stesso tempo “popolare” e “colta”, con l’intento di consolidare il pubblico di appassionati e contestualmente avvicinare pubblici nuovi e curiosi verso l’arte teatrale.
Nel volgere di pochi anni Villa Rendano è diventata con le sue proposte culturali diversificate un vero e proprio attrattore culturale, un luogo di conoscenza e valorizzazione del territorio, è quindi il contesto più adeguato per aprire una finestra sulla produzione teatrale regionale del 21° secolo.

——————————————————————————————————————-CALENDARIO SPETTACOLI:

Mercoledì 14 Luglio ore 21.00
Nino Racco
Mondo cantastorie

Mercoledì 21 Luglio ore 21.00
Scena Verticale / Dario De Luca e Gianfranco De Franco
Re Pipuzzu fattu a manu. Melologo calabrese per tre finali

Giovedì 9 Settembre ore 21.00
Zahir / Ernesto Orrico, Manolo Muoio, Massimo Garritano e Paolo Napoli
Jennu brigannu. Storie e musiche freefolk

Giovedì 16 Settembre ore 21.00
Renata Falcone
Quindicimila
——————————————————————————————————————-

Gli spettacoli saranno anticipati da una degustazione di vini del territorio cosentino
ACRONEO e DEI PADRI Aziende Agricole.
Sarà possibile visitare il nuovo percorso multimediale “GENIUS LOCI” Un viaggio nel cuore del centro storico di Cosenza” nel Museo Consentia Itinera.

INGRESSO GRATUITO
solo su prenotazione inviando un’email a: prenotazionivillarendano@gmail.com

Lo spettacolo si svolgerà nello splendido giardino di Villa Rendano nel rispetto delle normative antiCoViD

 

Aggiungi un commento

Le tue labbra on Bandcamp

Aggiungi un commento

4 TRACCE IMPOPOLARI new album!

Brevi drammaturgie in dialetto calabrese diventano canzoni sghembe e irrituali, attraversate da una tensione emotiva di natura cinematografica e misteriosa, in cui si affestellano diversi approcci sonori, che spaziano dal jazz all’elettronica minimale.

Aggiungi un commento

L’infinito / echoes

Sempre caro mi fu quest’ermo colle,
e questa siepe, che da tanta parte
dell’ultimo orizzonte il guardo esclude.
Ma sedendo e mirando, interminati
spazi di là da quella, e sovrumani
silenzi, e profondissima quiete
io nel pensier mi fingo, ove per poco
il cor non si spaura. E come il vento
odo stormir tra queste piante, io quello
infinito silenzio a questa voce
vo comparando: e mi sovvien l’eterno,
e le morte stagioni, e la presente
e viva, e il suon di lei. Così tra questa
immensità s’annega il pensier mio:
e il naufragar m’è dolce in questo mare.

Giacomo Leopardi, L’infinito (1818-1819)

Aggiungi un commento

VOCE CRUDA su Bandcamp

Aggiungi un commento

 

Actor, writer and director.

He has worked with Teatro della Albe (acting in Va pensiero by Marco Martinelli and Ermanna Montanari), Scena Verticale (acting in the plays Le tre male bestie and U tingiutu. Un Aiace di Calabria by Dario De Luca), Centro RAT (acting in Antigone and L’Avaro), Carro di Tespi (directing Raskolinikov, Racconto di un delirio), Spazio Teatro (directing Militante d’Occidente), Zahir (acting in La mia idea. Memoria di Joe ZangaraTalknoiseSul modo di essere liberi, 111The Lack of Work and directing #neoeroina), Compagia Ragli (acting in Onions and Panenostro).
He has been part of Teatro Rossosimona between 1998 and 2002 (acting in 
È il momento dell’amore, winner of the award “Premio Scenario 2001”)
He also collaborated with Teatro della Ginestra, his numerous directing credits include 
Ronaldo il pagliaccio del McDonaldsI Prefer Not ToI 7 contro TebeJennu brigannu.
He wrote 
‘A Calabria è morta (Round Robin, Roma 2008), the collections of poetry Appunti per spettacoli che non si faranno (Coessenza, Cosenza 2012), The Cult of Fluxus (Edizioni Erranti, Cosenza 2014.) and Talknoise. Poesie imperfette e lacerti di canzone (Edizioni Underground?, Milano 2018).

He graduated in DAMS from the Università della Calabria, and studied with Maurizio Grande, Valentina Valentini, Marcello W. Bruno and Francesco L. Gigliotti. He then continued to train with Teatro Valdoca, Lyudka Ryba (Cricot2), Romano Colombaioni, Francesco Scavetta, MK, Vincenzo Pirrotta, Peter Zazzali, Peppino Mazzotta, Armando Punzo.

He worked as actor in the movies Primula Rossa (2019) by Franco Jannuzzi, Scale Model (2014) by Fabrizio Nucci and Nicola Rovito, Fiabeschi torna a casa (2013) by Max Mazzotta, Goodbye Mr President (2013) by Fabrizio Nucci and Nicola Rovito, Giù dal cielo (2013) directed by Fabio Rao, an episode of Feng Du Tales by Andrea Belcastro. He appeared as an actor / performer in numerous music videos including Eugenio Finardi’s Passerà (2012), Camera 237’s Etiquette is Useless (2012), and Brunori Sas’s Rosa (2011) and La verità (2016), all directed by Giacomo Triglia.

 

Aggiungi un commento

Ernesto Orrico in “Va pensiero” del Teatro delle Albe

foto Silvia Lelli

Va pensiero

di Marco Martinelli

ideazione e regia Marco Martinelli e Ermanna Montanari

in scena 

Ermanna Montanari, Alessandro Argnani, Salvatore Caruso, Tonia Garante, Roberto Magnani, Mirella Mastronardi, Ernesto Orrico, Gianni Parmiani, Laura Redaelli, Alessandro Renda

con la partecipazione del Coro lirico Alessandro Bonci di Cesena nell’esecuzione di alcuni brani dalle opere di Giuseppe Verdi

per le repliche di Milano e Bergamo, sostituito dal coro “Gli Harmonici” di Bergamo diretto dal Maestro Fabio Alberti

arrangiamento e adattamenti musicali, accompagnatore e maestro del coro Stefano Nanni

incursioni sceniche Fagio, Luca Pagliano

scene Edoardo Sanchi

costumi Giada Masi

disegno luci Fabio Sajiz

musiche originali Marco Olivieri

suono Marco Olivieri, Fagio

consulenza musicale Gerardo Guccini

editing video Alessandro Renda

assistente alle scene Carla Conti Guglia

tecnico luci Luca Pagliano

macchinista Danilo Maniscalco

elementi di scena realizzati dalla squadra tecnica del Teatro delle Albe Alessandro Bonoli, Fabio Ceroni, Enrico Isola, Danilo Maniscalco, Dennis Masotti

direzione tecnica Fagio

sartoria Laura Graziani Alta Moda

capi vintage A.N.G.E.L.O.

fotografie dello spettacolo Silvia Lelli

ufficio stampa Rosalba Ruggeri, Alessandro Fogli, Silvia Pacciarini

organizzazione e promozione Silvia Pagliano, Francesca Venturi

 produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione e Teatro delle Albe / Ravenna Teatro

 

date:

Teatro Storchi Modena 

23 novembre 2017 (prima nazionale)

Teatro dell’Elfo, Milano

9 gennaio – 14 gennaio 2018

Creberg Teatro, Bergamo

18 gennaio – 21 gennaio 2018

Arena del Sole, Bologna

22 febbraio – 25 febbraio 2018

Teatro Bonci, Cesena

1 marzo – 4 marzo 2018

Teatro Comunale Ferrara

23 marzo – 25 marzo 2018

Teatro Verdi Pordenone 

9 novembre – 10 novembre 2018

Teatro Argentina Roma

13 novembre – 18 novembre 2018

Teatro Verdi Pisa

2 febbraio – 3 febbraio 2019 

Teatro Astra Torino

14 marzo 2019 – 17 marzo 2019

Teatro Ariosto Reggio Emilia

22 marzo 2019 – 24 marzo 2019

Teatro Fraschini Pavia

29 marzo – 31 marzo 2019

Teatro Alighieri Ravenna

13 marzo – 14 marzo 2020

Teatro Giovanni da Udine 

21 marzo 2020

Teatro Il Rossetti Trieste

24 marzo – 25 marzo 2020

Teatro Sociale Trento

28 marzo 2020

Teatro Sociale Brescia

31 marzo – 1 aprile 2020

 

Aggiungi un commento

Lirica del 31 agosto

Settembre domani
Che fare?
C’è ancora da scrivere, ancora da raccontare
Storie da scoprire, parole da dire
Non c’è teatro questo è palese
Nel Belpaese qualcosa si muove
Nella mia terra al solito si muore
Questa volta per mare
Il lavoro, questione capitale, che pena
Che fare?
C’è ancora da provare, ancora da sbagliare
Mi trovo qui, in questo pozzo di connessione
E non è poco, e non è abbastanza
Faccio l’attore, devo agire
Scrivo poesie, devo dirle
Mi trovate in giro, sulla strada
Non è una questione di economie, non solo
È in ballo la dignità professionale
È una questione di sopravvivenza psichica
La santa prostituzione intellettuale
Mi trovate in giro, nel mare digitale
Questo liscio miraggio sociale
Questi account che ci identificano
Questa droga che ci avvolge
Queste password che ci dimenticano
Hai notato?
Non c’è nessun dorato underground a cui tornare
Meglio perdersi, senza rancore
Lasciamoci così
Che c’è di male?
Clicca abbandona
Clicca non seguire

Continuerò a scrivere nell’aria
La mia parte è chiara
La voce e il corpo ancora tengono
Mi trovate in giro

photo by Emilia Brandi

Aggiungi un commento

the Cult of Fluxus (a.k.a. Ernesto Orrico) on Bandcamp

https://thecultoffluxus.bandcamp.com/

 

artwork by Raffaele Cimino

Aggiungi un commento

in cerca del teatro perduto

in alto: Va pensiero, Teatro delle Albe.

al centro da sinistra: Le tre male bestie, Scena Verticale; Talknoise, Zahir; Jennu brigannu, Zahir.

in basso da sinistra: con Laura Caparrotti al Cherry Lane Theatre (NY), È il momento dell’amore, Teatro Rossosimona; 111, Zahir.

Aggiungi un commento