Ernesto Orrico

Attore, regista e autore teatrale

Biografia


Sono nato a Cosenza, in Calabria nel 1973.
Sono un attore, autore e regista teatrale, nel 1999 mi sono laureato al Dams dell’Università della Calabria, dove ho studiato, tra gli altri, con Maurizio Grande, Valentina Valentini, Marcello W. Bruno e Francesco L. Gigliotti.
Ho frequentato molti laboratori teatrali di perfezionamento, tra i maestri che ho incontrato mi piace ricordare Mariangela Gualtieri e Cesare Ronconi del Teatro Valdoca, Lyudka Ryba del Cricot 2, Romano Colombaioni, Francesco Scavetta, MK/Michele Di Stefano, Vincenzo Pirrotta, Peppino Mazzotta.
Dal 1998 al 2001, ho fatto parte di Teatro Rossosimona, compagnia diretta da Lindo Nudo, con la quale ho vinto (ex aequo) il Premio Scenario nel 2001 (lo spettacolo era È il momento dell’amore).
Tra il 2002 e il 2004 ho lavorato con la compagnia Centro RAT – Teatro dell’Acquario, negli spettacoli Antigone e l’Avaro diretti da Massimo Costabile.
Dal 2003 al 2013 ho collaborato come attore e regista con il Teatro della Ginestra, in particolare ho firmato le regie degli spettacoli: Ronaldo il pagliaccio del McDonalds, Hamlet Cuts, Jennu brigannu, I sette contro Tebe, La leggendaria rivelazione dell’assessore Baldino, La superficie della lotta.
Sono uno dei protagonisti dello spettacolo U Tingiutu – un Aiace di Calabria (2009), scritto e diretto da Dario De Luca per Scena Verticale.

Nel 2010 ho curato (insieme con Valerio Strati) la regia dello spettacolo Raskolnikov, racconto di un delirio, per la compagnia Carro di Tespi; nello stesso anno con la performance Kamikaze Calabrese ho partecipato alla Cerimonia diretta da Lorenzo Gleijeses per il MAD Maestri Avanguardie Derive, festival organizzato dal Teatro Quirino di Roma.

Nel 2013 ho scritto e diretto lo spettacolo “Militante d’Occidente” per la compagnia SpazioTeatro di Reggio Calabria.

Ho collaborato come insegnante di teatro e dizione con il Teatro Stabile di Calabria, con il CIFA/Teatro dell’Acquario, con l’ADAC/Teatro della Ginestra, con la Residenza teatrale More gestita dalla compagnia Scena Verticale.

Per l’associazione Zahir ho curato lo studio teatrale Sul modo di essere liberi. Liberamente ispirato alla poesia di Franco Costabile (2011); la scrittura e la regia di #neoeroina (2012); la scrittura, la regia e l’interpretazione di La mia idea. Memoria di Joe Zangara (2016).

Con la Compagnia Ragli di Roma ho lavorato negli spettacoli Onions. In pasto al mare (2014) di Rosario Mastrota per la regia di Orly Noa Rabinyan e Panenostro (2014) scritto e diretto da Rosario Mastrota.

Ho lavorato come attore nei film “Scale Model” (2014) di Fabrizio Nucci e Nicola Rovito, “Fiabeschi torna a casa” (2013) di Max Mazzotta, “Goodbye Mr President” (2013) di Fabrizio Nucci e Nicola Rovito, “Giù dal cielo” (2013) regia di Fabio Rao, episodio di “Feng Du Tales” di Andrea Belcastro. Sono apparso come attore/performer in numerosi videoclip musicali tra i quali “Passerà” (2012) video dell’omonima canzone di Eugenio Finardi, “Etiquette is Useless” (2012) video dell’omonima canzone dei Camera 237, “Rosa” (2011) video dell’omonima canzone di Brunori Sas, tutti e tre diretti da Giacomo Triglia. 

Ho curato la pubblicazione del libro “Nuovo Teatro Calabria” edito da La nuvole (2008) e la raccolta di racconti “Questi anni” pubblicata da Coessenza (2013). Ho scritto “A Calabria è morta” monologo teatrale pubblicato da Round Robin (2009). Ho scritto i libri di poesie “Appunti per spettacoli che non si faranno” Coessenza (2012) e “The Cult of Fluxus” Edizioni Erranti (2014).

 

 

foto EO 2015

Nessun commento

Lascia un commento a questo post utilizzando il form in basso


Lascia un commento