Ernesto Orrico

Attore, regista e autore teatrale

Ernesto Orrico // the Fragment Tour

ottobre/novembre/dicembre 2012
Ernesto Orrico // the Fragment Tour
////////////////////////////////////////////////////////

sabato 6 ottobre – Ariano Irpino, castello Normanno
Teatro della Ginestra
Jennu brigannu. Storie di briganti calabresi
di Vincenza Costantino
con Dante de Rose, Manolo Muoio, Ernesto Orrico
regia di Ernesto Orrico

Jennu brigannu

sabato 20 ottobre – Bari, teatro Kismet
Scena Verticale
U Tingiutu. Un Aiace di Calabria
testo e regia di Dario De Luca
con Dario De Luca, Rosario Mastrota, Ernesto Orrico, Fabio Pellicori, Marco Silani

U Tingiutu

domenica 28 ottobre – San Fili, teatro Gambaro
Zahir
The Lack of Work Kills. A Speaking and Looping Session.
di e con Ernesto Orrico e Marco Orrico

The Lack of Work Kills

martedì 20 novembre – Rende, PTU Unical
sabato 1 e domenica 2 dicembre – Reggio Calabria, Spazio Teatro
Zahir
#neoeroina
testo e regia di Ernesto Orrico
con Maria Marino

#neoeroina

Aggiungi un commento

SUL MODO DI ESSERE LIBERI. Studio teatrale

martedì 15 novembre 2011 ore 21.00 PTU Piccolo Teatro Unical // ingresso gratuito
Università della Calabria
nel programma de LA PAROLA REINCARNATA

Sul modo di essere liberi
studio teatrale
liberamente ispirato e dedicato alla poesia di Franco Costabile

drammaturgia della scena: Ernesto Orrico
con
Emilia Brandi e Ernesto Orrico

una produzione ass. cult. Zahir

Franco Costabile è stato uno dei più rappresentativi poeti meridionali del Novecento italiano, nato a Sambiase nel 1924, muore suicida a Roma nel 1965.
Nella sua poesia si avverte l’amore profondo per la Calabria, sua terra di origine, e allo stesso tempo si avvera la concreta maledizione dell’impossibilità di viverci. Con i suoi brevi e fulminanti componimenti, Costabile è riuscito ad evocare e tratteggiare in maniera esemplare la povertà atavica e il rapporto delle classi subalterne con il potere costituito e l’emigrazione come unica forma di riscatto.
Sul modo di essere liberi è un percorso teatrale attraverso il quale conoscere un poeta che ha saputo cantare con forza dirompente e dolente il sentimento dell’uomo contemporaneo, dilaniato fra istanza civile e desideri di un mondo perduto.
Con l’attualizzazione in voce di pezzi, frammenti e stralci della sua poesia – già ermetica e minimale – si attiva la costruzione di un macchinario teatrale capace di rianimare una biografia apocrifa della Calabria del Novecento.

by Tycho Creative Studio

Aggiungi un commento